• Le città più "cliccate"
  • Cerca la tua città

  • Roma
  • Milano
  • Torino
  • Napoli
  • Perugia
  • Palermo
  • Bergamo
  • Firenze
  • Alessandria
  • Bari
  • Bologna
  • Genova
  • Ancona
  • Arezzo
  • Brescia

9 cose incredibili che non sai sull’orgasmo

orgasmo-cose-incredibili

Siamo tutti sicuri di sapere ogni cosa dell’orgasmo. E invece ci potrebbe essere qualcosa che ci è sfuggito, come ad esempio qualche curiosità storica davvero incredibile.

Mary Roach, autrice di “Godere“, qualche anno fa ha tenuto un discorso davvero curioso dal titolo “Le 10 cose che non sapevate sull’orgasmo”. Ed ecco cosa potresti scoprire:

1 – Per provare l’orgasmo non hai bisogno dei genitali – Dirai che è impossibile e invece no. Ciò succede perché l’orgasmo è un riflesso del sistema nervoso che è quello che regola impulsi involontari come la digestione o il battito cardiaco. Proprio perché involontario, a provocare l’orgasmo può anche essere qualcosa di diverso dal pene o dalla vagina. Il biologo e sessuologo Alfred Kinsey ha infatti intervistato una donna che dichiarava di riuscire a raggiungere l’orgasmo con la stimolazione del sopracciglio.

Ma esistono casi di orgasmo raggiunto accarezzando il ginocchio oppure lavando i denti. Tutto dipende dalla sensibilità di quella zona del corpo.

2 – Si possono avere orgasmi anche da morti – Tutto parte dal nervo spinale sacrale, ciò significa che se questo viene stimolato con un elettrodo, come risultato si avrà un orgasmo. Il discorso vale anche per i morti, o meglio, per un certo tipo di morti: quelli con una lieve attività cardiaca. Questo riflesso è chiamato “effetto Lazzaro”.

3 – L’orgasmo può provocare alito cattivo – Secondo un manuale scritto negli anni 30 da Theodore Van de Velde, è possibile sentire un lieve odore di liquido seminale nell’alito di una donna per un’ora dopo il rapporto sessuale. Questo autore sosteneva addirittura di riconoscere se la donna aveva fatto sesso con un uomo giovane oppure con uno più adulto: l’odore dell’alito sarebbe stato più “fresco” nel caso di un uomo più giovane, più “pungente” nel caso di un uomo più adulto.

4 – L’orgasmo può fermare il singhiozzo – Nel 1999 un uomo è riuscito a far passare il singhiozzo soltanto con una seduta di sesso. Nessun altro rimedio aveva funzionato su di lui. Il caso aveva provocato l’interesse della comunità scientifica che ha spiegato l’accaduto su una rivista scientifica.

5 – Tempo fa i medici prescrivevano l’orgasmo femminile per avere figli – A inizi 900 si credeva che le contrazioni durante un orgasmo femminile, avevano la funzione di risucchiare lo sperma ed era quindi utile che la donna raggiungesse l’orgasmo per restare incinta. Studi successivi hanno dimostrato l’infondatezza della teoria.

6 – Si stimola l’orgasmo negli animali per aumentare la fertilità – Questo avviene specialmente nel caso dei maiali poiché, contrariamente a quanto avviene per gli esseri umani, le contrazioni dell’orgasmo hanno la funzione di risucchiare lo sperma.

7 – Le femmine degli animali si eccitano più di quanto si pensa – Siamo portati a pensare che le femmine degli animali non provino piacere durante l’accoppiamento; il punto è che gli animali lo esprimono in maniera diversa. Non con il viso o la bocca come nel caso dell’uomo o dei primati, ma con le orecchie.

8 – Studiare l’orgasmo umano in laboratorio è molto difficile – Questo perché molte funzioni della donna sono interne al suo corpo. Per ovviare a questo, si è creato una sorta di vibratore dotato di telecamera.

9 – Velocità e distanza raggiunta da uno schizzo di sperma – Alfred Kinsey, uno studioso, decise di misurare la velocità dello schizzo di sperma: e così riunì circa 300 uomini, munito di metro e videocamera. Nella maggior parte dei casi però, lo sperma non veniva schizzato ma colava. In ogni caso, il record di lancio di sperma è di un uomo che ha raggiunto ben 2 metri e mezzo con il suo schizzo.