• Le città più "cliccate"
  • Cerca la tua città

  • Roma
  • Milano
  • Torino
  • Napoli
  • Perugia
  • Palermo
  • Bergamo
  • Firenze
  • Alessandria
  • Bari
  • Bologna
  • Genova
  • Ancona
  • Arezzo
  • Brescia

Ritardi aerei: boom del sesso in aeroporto

sesso aeroporto

E’ estate, tempo delle tanto agognate vacanze, magari in quella meta da sogno ai Caraibi. Può succedere però, che all’aeroporto si incappi in inconvenienti del tipo ritardi e file interminabili. E così, i passeggeri si attrezzano, e preferiscono ammazzare il tempo… facendo sesso in aeroporto!

Secondo un recente studio, il sesso in aeroporto sta diventando una vera e propria moda: i passeggeri, anziché impiegare l’improvviso tempo a disposizione a leggere o fare shopping nei negozi, pare si recano in zone appartate dell’aeroporto per darsi alla pazza gioia. La ricerca è stata condotta da Jetcost.com, il quale riporta testualmente che l’aeroporto risulta essere “il luogo più gettonato per consumare l’amplesso”.

Lo studio è stato condotto negli Stati Uniti prendendo in esame 4915 persone: dai risultati è emerso come una persona su dieci ha dichiarato di aver consumato un atto sessuale in aeroporto. Tra le azioni maggiormente effettuate, si trova il sesso orale in prima posizione, a seguire i massaggi intimi, la masturbazione e, a chiudere la classifica, il rapporto sessuale completo.

E per quanto riguarda i luoghi in cui ci si nasconde per trastullarsi un po’? Ovviamente, i bagni sono i luoghi più gettonati dal 42% delle persone intervistate, ma anche gli armadi di metallo presenti nelle strutture aeroportuali non se la passano male, venendo scelti dal 28% degli intervistati. C’è anche chi si arrangia semplicemente coprendosi con un cappotto (14%) e chi invece ha la fortuna di accedere alle salette VIP, che sono decisamente più intime (12%).

Il perché di questa tendenza è presto spiegata: il senso di trasgressione e il rischio di essere scoperti dal personale di terra dell’aeroporto, rende la faccenda molto intrigante e piccante.

Sembra oramai trapassata, la fissa di darsi da fare nella toilette dell’aereo, che viene scelta solo dall’8% delle persone intervistate. Complice il fatto di essere decisamente molto più sotto osservazione, il sesso in volo è in caduta libera, per buona pace del Mile High Club, il club che raccoglie chi ha provato l’esperienza di fare sesso ad almeno diecimila metri di quota.

Per quanto riguarda la scelta del partner con cui trastullarsi, la quasi totalità del campione analizzato dichiara di farlo con il proprio partner; solo il 5% dichiara di aver fatto sesso con uno sconosciuto.

Chi invece nell’attesa non approfitta per concedersi una pausa sexy, ha dichiarato di impiegare il tempo facendo shopping, bere o mangiare, giocare con lo smartphone, vedere film in streaming oppure leggere le e-mail.

Sono pochissimi poi, quelli che vengono scoperti e allontanati da hostess e personale aeroportuale e possiamo affermare che ciò farà sicuramente aumentare gli episodi di sesso aeroportuale.