• Le città più "cliccate"
  • Cerca la tua città

  • Roma
  • Milano
  • Torino
  • Napoli
  • Perugia
  • Palermo
  • Bergamo
  • Firenze
  • Alessandria
  • Bari
  • Bologna
  • Genova
  • Ancona
  • Arezzo
  • Brescia

Scoperto l’ormone dei pensieri impuri

kisspeptina

Finalmente è stata scoperta la causa scientifica dei pensieri impuri.

Secondo uno studio condotto dai ricercatori dell’Imperial College di Londra e pubblicato sul Journal of Clinical Investigation, la fantasia sessuale è profondamente influenzata da un ormone che si chiama kisspeptina, il quale ha il “potere” di risvegliare e potenziare l’attività cerebrale associata ad amore e sesso.

In pratica se si incappa in pensieri peccaminosi o se si vedono richiami erotici anche dove non ce ne sono, allora possiamo stare certi che il colpevole si chiama kisspeptina. Insomma, è tutta colpa della chimica.

La kisspeptina è un ormone già noto agli studiosi in quanto ha un ruolo fondamentale nella pubertà e nella maturazione sessuale nell’uomo, ma la ricerca condotta dagli scienziati londinesi ha evidenziato che, quando la concentrazione di kisspeptina aumenta, la mente tende a spostare l’attenzione su pensieri impuri. Questo perché la kisspeptina è anche la causa della produzione di altri ormoni riproduttivi all’interno del corpo.

Lo studio è stato condotto su un campione di 29 uomini eterosessuali ed è emerso come gli uomini trattati con un’iniezione di questo ormone, avevano una mente molto più reattiva agli stimoli erotici. Al contrario, quelli a cui è stato iniettato placebo, non hanno mostrato segni di intensa attività cerebrale, nelle aree relative all’eccitazione sessuale e all’innamoramento. Il cervello di tutte le “cavie umane” coinvolte nell’esperimento, è stato letteralmente scannerizzato mentre venivano mostrate immagini romantiche o piccanti, dopo le iniezioni.

Ciò è sufficiente a dimostrare come anche la più particolare fantasia erotica ha uno strato biochimico. Se, infatti, il corpo non producesse kisspeptina, non esisterebbe il desiderio sessuale e il sesso sarebbe completamente distaccato dalle dinamiche psichiche. Affermare dunque che il sesso parte dalla testa non è affatto sbagliato, solo che, nell’uomo, gli stimoli esterni che fungono da attivatore della coscienza e predispongono all’atto sessuale, debbano passare dagli occhi.

Questa scoperta è importante anche perché in futuro l’ormone dei pensieri sconci, potrebbe avere un ruolo nella cura di alcuni disturbi psicosessuali che colpiscono pazienti con infertilità. Questo perché la kisspeptina è una specie di modulatore dell’umore, agendo in modo complementare all’ossitocina, l’ormone del benessere e dell’appagamento.Quest’ultimo è il responsabile della produzione di dopamina e prolattina i quali, nella donna, stimolano a favorire i legami familiari e le relazioni sociali, nell’uomo predispongono alle relazioni monogamiche e stimolano l’istinto parentale.

Insomma, questo studio ci dice chiaramente qualcosa in più rispetto all’innamoramento e all’attrazione, ma si è ancora lontani dall’esaurirne il mistero. E forse è il caso di dire… E meno male!