• Le città più "cliccate"
  • Cerca la tua città

  • Roma
  • Milano
  • Torino
  • Napoli
  • Perugia
  • Palermo
  • Bergamo
  • Firenze
  • Alessandria
  • Bari
  • Bologna
  • Genova
  • Ancona
  • Arezzo
  • Brescia

Sesso in viaggio: cosa è vietato fare all’estero

sesso-vacanze

Estate, vacanza prenotata da mesi in quella meta esotica sogno di una vita e, finalmente, tra non molto si parte. Attenzione però, perché se la vacanza è all’estero ed in particolare al di fuori dei confini dell’Europa, abbracciarsi e baciarsi in pubblico potrebbe essere fonte di molti guai giudiziari.

Gli usi e le usanze dei luoghi che si visiteranno infatti, spesso non riguardano solo il cibo o il vestiario, ma anche i comportamenti da tenere in pubblico. In alcuni luoghi, non serve arrivare al sesso, basta semplicemente una mano in un’altra oppure un bacio.

Ecco una lista dei luoghi dove è meglio prestare la massima attenzione.

Kuala Lampur (Malesia) – Qui i cittadini non devo abbracciarsi o prendersi per mano in pubblico. Fino a qualche anno fa, era permesso farlo solo in taxi, ma da qualche tempo il divieto ha raggiunto anche loro. In teoria, questo divieto non riguarda i turisti ma forse è meglio fare attenzione lo stesso.

Dubai – E’ vietato baciarsi il pubblico, pena l’arresto.

Halethorpe, Maryland (U.S.A) – Nel web si vocifera che sia una delle città con le leggi più complicate e surreali. Una di queste ad esempio, prescrive che i baci in pubblico non debbano durare più di un secondo. Se i baci durano di più si rischia una multa o addirittura l’arresto.

Guanajuato (Messico) – E’ proibito baciare ed accarezzare il proprio partner in pubblico, in seguito ad una legge del 2011 approvata perché i giovani cittadini erano soliti riempirsi di baci davanti a bambini ed anziani. La punizione per chi trasgredisce è una multa salatissima e una giornata in prigione.

Nigeria – Se si parla con qualcuno del nostro stesso sesso, occorre guardarlo dritto negli occhi e non fissare chi è del sesso opposto. Questo perché ciò è considerato un invito sessuale a tutti gli effetti.

Polinesia Melanesia (Oceania) – Qui l’omosessualità è ben vista ed addirittura incoraggiata: le famiglie che non hanno avuto figlie femmine, auspicano che uno dei loro figli maschi sia gay. I gay vengono ricercati per svolgere lavori a contatto con il pubblico.

Thailandia – Qui non vanno accavallate le gambe perché è sinonimo di maleducazione. In sostanza, facendolo, è come se si indicasse qualcuno con la propria parte bassa del corpo.

Egitto – Molte donne italiane che passano le vacanze in Egitto, hanno storie con gli abitanti del posto. pare che gli egiziani siano uomini molto galanti e ottimi amanti.

Vietnam – Incrociare le dita, in occidente è un semplice gesto scaramantico, ma in Vietnam simboleggia l’organo sessuale femminile.

Occhio a come ci si comporta dunque. E buone vacanze.