• Le città più "cliccate"
  • Cerca la tua città

  • Roma
  • Milano
  • Torino
  • Napoli
  • Perugia
  • Palermo
  • Bergamo
  • Firenze
  • Alessandria
  • Bari
  • Bologna
  • Genova
  • Ancona
  • Arezzo
  • Brescia

Sesso: le dimensioni contano… ma quelle della vagina!

dimensioni clitoride

Quando si parla di dimensioni nel sesso, si pensa esclusivamente alle dimensioni di lui.

In realtà quello delle dimensioni, è un argomento che angustia anche le donne e non solo quando si parla di taglie del reggiseno: molte donne si preoccupano perché pensano di avere una vagina troppo piccola o troppo grande.

Se è vero che le dimensioni esistono anche per la vagina, è altrettanto vero che non è poi così importante poiché essa ha la capacità di adattarsi al pene dell’uomo. Tutti questi timori sono infondati anche quando si parla di utilizzo di vibratori particolarmente grandi, amanti molto dotati o parti naturali. La vagina ha la straordinaria proprietà dell’elasticità e riacquista la sua forma originaria con il tempo.

E’ buona norma comunque mantenere allenati e tonici i muscoli pubococcigei con i famosi esercizi di Kegel, una serie di semplici esercizi da svolgere ogni giorno in qualsiasi momento, anche con l’aiuto delle Geisha Balls. Se questo allenamento viene svolto quotidianamente, si sarà in grado di contrarre e rilasciare la vagina a piacimento, oltre che di provare orgasmi esplosivi. da non sottovalutare!

Altro discorso va fatto in merito alla dimensione del clitoride: è stato scientificamente provato, che la capacità di una donna di raggiungere l’orgasmo, può dipendere dalla posizione e dalla grandezza del suo clitoride. Lo studio ha evidenziato come le donne che possiedono un clitoride poco sviluppato o più distante rispetto all’entrata della vagina, hanno maggiori difficoltà a raggiungere il “nirvana” del piacere; al contrario un clitoride di maggiori dimensioni e più vicino all’entrata vaginale, garantisce il raggiungimento del piacere.

Per arrivare a queste conclusioni, sono state confrontate le zone pelviche di 32 donne, scoprendo che ognuna di loro differiva dall’altra per dimensione del clitoride e per distanza dello stesso dall’entrata vaginale, che è il teatro d’azione durante l’atto sessuale.

Ma quanto può o deve misurare il clitoride per essere considerato normale? Innanzi tutto occorre precisare che, ciò che di questo organo è visibile all’esterno, non è che la punta di un iceberg: ciò che sporge infatti, è il glande, protetto da un lembo di pelle chiamato prepuzio, mentre all’interno si estendono quattro bracci laterali chiamati corpi cavernosi e radici, che circondano i lati della vagina. Se proprio vogliamo misurarlo, possiamo dire che il glande normalmente misura tra gli 11,7 e i 20,3 millimetri, mentre tutto l’organo complessivamente può arrivare ad una lunghezza totale di ben 10 centimetri.