Sesso Anale: come prepararsi e non sentire dolore

Categorie

Si tratta di una pratica sempre più richiesta, il sesso anale non viene praticato solamente da coppie omosessuali ma anche da etero. La penetrazione anale diventata un tabù per molti anni è ora trendy: si, avete letto bene… va di moda! A rompere i tabù sono stati gli attori porno che hanno dato indicazioni precise e che hanno spiegato quanto possa essere piacevole questa pratica. A rafforzare la tesi ci hanno pensato medici, sessuologi e psicologi che hanno normalizzato questo modo di vivere il rapporto.

Sesso anale: pro e contro

Ci sono domande che tornano ciclicamente e tra queste c’è “perché gli uomini desiderano così tanto praticare sesso anale?”. Oltre all’aspetto puramente proibitivo della pratica che la rende sempre più desiderata ci sono tanti lati positivi ma anche qualche contro. scopriamoli insieme.

I pro

  • stimolazione diversa, rende l’orgasmo più intenso. la zona estremamente innervata insieme alla struttura muscolare riesce a regalare un piacere molto diverso da una penetrazione vaginale.
  • maggiore intimità con il partner. Riuscire ad arrivare a questo grado di complicità può aiutare ad aumentare la complicità di coppia.
  • la psicologia della dominazione. Un altro motivo per cui questa pratica piace è la possibilità di mettere in atto giochi di dominazione.

I contro

  • il dolore. Se non desiderato davvero o se affrontato senza le giuste preparazioni il sesso anale può causare dolore. Sono soprattutto le donne a segnalare questa problematica.
  • igiene. Tra le problematiche che possono insorgere, data la zona, c’è quella igienica. Non basta una pulizia attenta, è il caso di fare una lavanda per prepararsi e soprattutto essere pronti alla probabilità di un inconveniente.
  • possibile stiramento del frenulo. Non si tratta di un incidente comune ma è comunque possibile. Non avendo una lubrificazione naturale quella zona che risulta decisamente più stretta, è possibile causare questa tipologia di problematica.

Qualche consiglio per iniziare a praticarlo provando piacere

Il timore del dolore è sicuramente al primo posto, per questo motivo abbiamo stilato questi consigli per iniziare a praticare senza sentire dolore. Diamo per scontato che da entrambe le parti debba esserci davvero l’apertura mentale e il relax, altrimenti è difficile escludere il dolore ma qualche consiglio in più?

LUBRIFICANTE

La zona non è lubrificata naturalmente, per questo motivo se vuoi fare sesso anale senza dolore la cosa migliore è prepararsi utilizzando un apposito lubrificante. Attenzione a sceglierne che non danneggino i preservativi e soprattutto non avere paura di usarne… abbonda in modo da poter rilassare e rendere più comoda e morbida la zona. Entrambi i partner ne gioveranno.

LENTEZZA

Se vuoi fare sesso anale senza provare dolore evita di mettere in pratica ciò che vedi nei film porno; sii delicato, inizia con calma e soprattutto le prime volte non arrabbiarti se non si riesce. La cosa migliore è iniziare a preparare la zona con penetrazioni prima con le dita e poi utilizzando i sex toys che risultano meno dolorosi e invadenti di un pene. Per questo motivo i vibratori anali per uomo e donna venduti da sexomania.it possono essere un ottimo regalo in vista del Natale, soprattutto se avete già parlato di provare questo gioco.

RELAX E DESIDERIO

Per riuscire a praticare davvero sesso anale senza dolore serve un buon mix tra relax e desiderio: se non si è molto eccitati e non si vuole davvero provare, sarà difficilissimo riuscirci senza dolore. Per questo motivo consigliamo di provocare e far salire l’eccitazione alle stelle così da levare ogni freno inibitore… o quasi.

POSIZIONI MIGLIORI

Nonostante nei film hard ci sia una posizione che va per la maggiore non è detto sia la migliore per evitare dolore. Tra le posizioni migliori e consigliate per i principianti c’è quella a cucchiaio, in questo modo è possibile rilassarsi e favorire la penetrazione. Tra le posizioni consigliate e romantiche c’è quella del fiore di loto: la donna seduta sopra l’uomo può riuscire a controllare il movimento evitando dolore e decidendo il ritmo migliore per le prime volte. La pecorina resta una delle preferite, permette di giocare con la dominazione ma attenzione, non è consigliata per le prime volte.

Perché il sesso anale piace

Sono tanti i motivi per cui il sesso anale viene tanto richiesto; non solo da coppie omosessuali. Sono sempre più le coppie etero che decidono di vincere un tabù e provarlo per capire se quanto detto sulle terminazioni nervose della zona sia vero. Come sempre gli psicologi e i sessuologi tranquillizzano: fare sesso anale, o avere il desiderio di provare, è assolutamente normale. Non solo: anche i medici spiegano che si tratta di una zona ricca di terminazioni nervose che superato il momento tabù può dare importanti scatti di piacere. Attenzione, unica accortezza: utilizzare precauzioni ed evitare di passare nello stesso rapporto da una penetrazione vaginale ad una anale e viceversa: nonostante si veda fare nei film porno, in realtà può portare a contrarre malattie.

Ma uno dei motivi per cui piace tanto praticare sesso anale è che chi si lascia andare dice di vivere meglio il rapporto intimo, addirittura riesce a raggiungere con più facilità l’orgasmo. A confessarlo sono anche molte donne che approcciandosi nel modo corretto alla pratica riescono ad apprezzarla e a trovarne piacere.